Chirurgia

La Gastrectomia

La-Gastrectomia-cover

Una celebre parabola di Cristo narra di un viandante di buon animo, che incontra sulla strada un uomo derubato e ferito da un gruppo di banditi. Fermatosi, il viandante medica lo sventurato con olio e panni, poi lo conduce al più vicino alloggio e gli fornisce l’occorrente per il soggiorno durante la convalescenza. Questo uomo, che non solo prova compassione per il ferito, ma che anche prende l’iniziativa di medicarlo e lo medica correttamente con i materiali di cui dispone, è il prototipo del vero medico, che sa esprimere la carità con determinate conoscenze e applicazioni tecniche. Tuttavia, è evidente che la capacità tecnica non è sufficiente: se il ferito, pur accuratamente medicato, fosse lasciato sul posto, soccomberebbe per ipotermia o denutrizione. Dunque, la carità esige ulteriori soluzioni.

 

Mini-invasività nella splenectomia per via laparotomica

Attualmente la tecnica di splenectomia per via laparoscopica è ben codificata e trova ampio utilizzo, ma non sempre è indicata nelle voluminose splenomegalie. Nel caso di milze con asse bipolare maggiore di diciotto centimetri la tecnica laparoscopica diventa ardua,...

Un’appendice inconsueta

Nella comune esperienza clinica le appendici flogistiche possono raggiungere occasionalmente un diametro di due- tre centimetri a causa dell’inspessimento flogistico delle pareti. Il diametro di un'appendice normale può invece variare tra 4 mm e 13 mm (1). Si riporta...

Nodi extracorporei in chirurgia laparoscopica

Questa sezione completa la precedente presentazione del nodo G, illustrando il confezionamento di alcuni validi nodi scorrevoli autobloccanti utilizzabili in chirurgia laparoscopica: il nodo Roeder, il nodo Weston, il nodo Mishra e il nodo GEA. Nelle seguenti figure...