Il Padre Nostro

Immagini nella luce di una preghiera

Preghiera e azione

Olio su tela – 83,30 cm x 124,00 cm

 

Il dipinto ricorda il re David, uomo d’azione e di preghiera. Egli coniugò il difficile impegno politico e militare con un continuo confronto con Dio, ricercandone la volontà e desiderandone il suo amore misericordioso.

L’uomo d’azione può particolarmente beneficiare della preghiera, per restare saldo nei valori più profondi del rapporto tra uomo e Dio in un mondo che spesso oppone e ama imporre le sue oscure regole. Ma la preghiera gli è utile anche per riemergere dall’oscurità morale, se ne avesse subìto il fascino.

 

Nella metà superiore del dipinto è raffigurato David, tra preghiera e azione sotto l’ala protettrice di Dio.

La metà inferiore del dipinto fa riferimento al salmo 22 (23): “Il Signore è il mio pastore, non manco di nulla; su pascoli erbosi mi fa riposare, ad acque tranquille mi conduce.”

 

Fonti bibliche del dipinto “Preghiera e azione”

 

Salmo 23

Il Signore è il mio pastore: non manco di nulla; su pascoli erbosi mi fa riposare, ad acque tranquille mi conduce.

Mi rinfranca, mi guida per il giusto cammino, per amore del suo nome.

Se dovessi camminare in una valle oscura, non temerei alcun male, perché tu sei con me. Il tuo bastone e il tuo vincastro mi danno sicurezza.

Davanti a me tu prepari una mensa sotto gli occhi dei miei nemici; cospargi di olio il mio capo. Il mio calice trabocca.

Felicità e grazia mi saranno compagne tutti i giorni della mia vita, abiterò nella casa del Signore per lunghissimi anni.

 

Salmo 16

Proteggimi, o Dio: in te mi rifugio. Ho detto al Signore: «Il mio Signore sei tu,
solo in te è il mio bene». Agli idoli del paese,
agli dèi potenti andava tutto il mio favore. Moltiplicano le loro pene
coloro che corrono dietro a un dio straniero.
Io non spanderò le loro libagioni di sangue,
né pronuncerò con le mie labbra i loro nomi. Il Signore è mia parte di eredità e mio calice:
nelle tue mani è la mia vita.
Per me la sorte è caduta su luoghi deliziosi:
la mia eredità è stupenda. Benedico il Signore che mi ha dato consiglio;
anche di notte il mio animo istruisce. Io pongo sempre davanti a me il Signore,
sta alla mia destra, non potrò vacillare. Per questo gioisce il mio cuore
ed esulta la mia anima;
anche il mio corpo riposa al sicuro, perché non abbandonerai la mia vita negli inferi,
né lascerai che il tuo fedele veda la fossa. Mi indicherai il sentiero della vita,
gioia piena alla tua presenza,
dolcezza senza fine alla tua destra.